Additivi alimentari – facciamo un pò di chiarezza

Questa settimana ho avuto l’occasione di visitare la casa madre di Frosta in Germania e ne ho approfittato per visitare il primo museo al mondo dedicato agli additivi.

Gli additivi sono sostanze aggiunte agli alimenti per prolungarne la conservazione, preservarli da contaminazioni microbiche, migliorarne il sapore, il colore e la consistenza, in particolare nei cibi industriali.

Gli additivi si classificano in base allo scopo per cui si utilizzano: ad esempio, i conservanti rallentano lo sviluppo di microbi, mentre gli antiossidanti i processi di irrancidimento.

Vi sono poi additivi utilizzati per migliorare le caratteristiche sensoriali e la consistenza degli alimenti: coloranti, addensanti, emulsionanti, dolcificanti ed esaltatori di sapidità .

Infine, alcuni additivi, come gli antiagglomeranti, facilitano la lavorazione degli alimenti ma non hanno una funzione nel prodotto finale.

Per andare nello specifico, la legislazione italiana definisce additivi chimici tutte le sostanze che non hanno valore nutritivo e che vengono aggiunte in qualsiasi fase della produzione con lo scopo di mantenere invariato e/ o migliorare le carattersitiche chimiche, fisiche o cimico-fisiche.

Pertanto gli additivi evitano l’alterazione spontanea dell’aspetto, del sapore, dell’odore o della consistenza e …..riducono il costo della produzione!museum-zusatzstoffe-regal-pressebild

Tutti gli additivi a uso alimentare subiscono un lungo processo di valutazione della loro sicurezza. In Europa, la valutazione viene effettuata dall’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) e gli additivi autorizzati sono identificati dalla lettera E seguita da un numero. Tuttavia, il dibattito sulla sicurezza degli additivi alimentari e sui loro effetti sull’organismo è tuttora aperto e molto controverso. Tanto si conosce sui singoli additivi, ma tanto si ignora sull’effetto sinergico che potrebbero avere più additivi sulla salute.

In particolare, le informazioni sulle confenzioni dei prodotti industriali, alle volte nascondono l’uso di additivi usando termini incomprensibili alla maggior parte dei consumatori, che potrebbero offrire interpretazioni sbagliate e fuorviarci nella scelta degli alimenti.

Nelle prossime settimane cerchiamo di fare un po’ più di chiarezza su alcuni additivi che mi sono rimasti impressi durante la mia visita nel museo.

Se siete ad Amburgo e ne avete l’opportunità, Vi invito a visitare questo straordinario museo…. è davvero interessante!!!

Sono certa che vi aprirà un mondo……ancora poco conosciuto a noi consumatori!

Circa l’autore Mostra tutti i messaggi Pagina Web dell’autore

visage

Silvia Fritella

Mi chiamo Silvia, sono una tecnologa alimentare e da poco più di un anno faccio parte del team Frosta. Mi occupo della qualità dei nostri prodotti e partecipo allo sviluppo delle nuove ricette. Mi piace cucinare e sperimentare sempre nuovi ingredienti. Il mio ingrediente preferito? Il salmone!

Questo sito web utilizza i cookie per analizzare gli accessi al sito web e le misure di marketing. Continuando a utilizzare il sito web, l'utente accetta tale uso. Informazioni sui cookie e diritto di opposizione

Die Cookie-Einstellungen auf dieser Website sind auf "Cookies zulassen" eingestellt, um das beste Surferlebnis zu ermöglichen. Wenn du diese Website ohne Änderung der Cookie-Einstellungen verwendest oder auf "Akzeptieren" klickst, erklärst du sich damit einverstanden.

Schließen